mercoledì 23 maggio 2007

Le Chat

...viens, mon beau chat, sur mon coeur amoureux,
retiens les griffes de ta patte,
et laisse-moi plonger dans tes beaux yeux,
mêlés de métal et d'agate...
Ho incontrato questi bellissimi versi di Charles Baudelaire nel web
Sono le parole d'amore che il poeta francese dedica alla donna amata, che viene paragonata ad un bel gatto
un gatto che deve trattenere le unghie della zampa x non graffiare il cuore innamorato dell'autore, che chiede a questa donna-gatto il permesso di lasciarlo immergersi nei suoi begli occhi metallici d'agata
L'amore di Baudelaire era una bellissima donna sensuale, simile ad un gatto, dallle mille sfaccettature, imprevedibile ed affascinante, dolce e tenera, aggressiva e graffiante, gelosa e passionale, a seconda del momento e della situazione
un amore difficile ma non impossibile, un grande amore che permise all'uomo di scrivere alcuni tra i versi poetici più belli della poesia di tutti i tempi

8 commenti:

giulia ha detto...

Sono davvero belle le sue poesie. Sono belle le poesie d'amore.

BLOG NEWS ha detto...

Domani alle 21:30 sono LIVE sul mio blog!Argomento della serata :
OPERAZIONE ODESSA il canale dei ratti

scarnera ha detto...

Ciao Erica: ti vengo a trovare piu' spesso di prima... ed ho ricevuto e notato i tuoi messaggi di incoraggiamento.... Grazie.
Il modo come tratti questo argomento e' un po' troppo fuori della mia portata... Nel senso che ormai da anni ho abbandonato, solo per scelta, alcune aree di interesse... Quindi leggo e basta, a meno che non abbia una ispirazione... Quindi stai bene e a risentirci...
per quanto riguarda i gatti ho un rapporto di amore-odio con loro...non li capisco: estremamente indipendenti ma allo stesso tempo in costante ricerca di approvazione... Quando impareranno a controllare il territorio ed a camminare al mio fianco, non SUL mio fianco...magari se abbaiassero e ringhiassero qualche volta...
se ne riparlera'... :)

Emilia ha detto...

Cara Erica, abbiamo iniziato una nuova rubrica in cui ognuno può raccontare qualche esperienza significativa della scuola sia cme genitori che come insegnanti o studenti. Dall'esperienza si possono capire cose più vere che non attraverso solo idee astratte. Vieni a dire la tua? Ci tengo molto alla tua partecipazione. Se vuoi e puoi ti spetto Emilia

francesca ha detto...

che meraviglia....

ericablogger ha detto...

io sono nata con un cane ed un gatto in casa e x anni ho avuto entrambi
ma singoli
ora che vivo con le mie 3 gatte + i due randagi adoro i gatti
sono intelligenti affettuosi liberi ed indipendenti
ed imprevedibili
come me!
loro camminano con me ed io cammino con loro ....

scarnera ha detto...

Hey Erica: nessun 'anti-gattismo' era inteso qui...tutt'altro... e se i gatti si cacciano nei guai -cosa che fanno abbastanza spesso- non mi tiro mai indietro... anche se, continuo a non capire la loro necessita' di arrampicarsi sul ramo piu' alto e fragile, per poi cominciare a miaoare disperatamente... non hai idea di quanti graffi mi hanno stampato sulle mie mani e braccia tese ad aiutare.... e manco mi dicono grazie !!!!!! :)

scarnera ha detto...

oh... sono Giulio in Canada, non capisco perche' mi scrivono Scarnera.... ciao