lunedì 31 maggio 2010

Word No Tobacco Day

" Si celebra oggi la giornata mondiale contro il fumo. Il tema scelto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è "Gender and tobacco with an emphasis on marketing to women", - le strategie di marketing del tabacco rivolte alle donne- Secondo l'OMS  il tabacco uccide 5 milioni di persone l'anno e tra queste 1,5 milioni di donne.
L'Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) conferma questi dati  soprattutto il particolare che, nei decessi a causa di melanoma al polmone, siano proprio le donne ad aver fatto registrare un aumento del 1,5%, rispetto ad una diminuzione del 2% da parte dei maschi. La Giornata Mondiale senza Tabacco 2010 richiama l’attenzione sugli effetti nocivi del marketing del tabacco rivolto alle donne e in particolare alle ragazze giovani.
 Infatti un dato preoccupante riguarda, in modo particolare, le ragazze giovanissime, che fumano come e forse più dei maschi. Per gli uomini diminuiranno in futuro  le malattie causate dal fumo, come il tumore ai polmoni, mentre per le donne ci sarà  un incremento. I giovanissimi non pensano ai rischi derivanti dal tabacco, ma è importante che siano informati circa le elevate possibilità di contrarre il tumore in un'età sempre più giovane, compresa tra i 40 e i 45 anni.
Purtoppo in assenza di un'azione urgente per contrastare le attuali tendenze, il consumo di tabacco potrebbe uccidere fino a 8 milioni di persone entro il 2030, tra le quali 2,5 milioni di donne.
L'OMS riferisce anche un altro dato preoccupante, circa i paesi in via di sviluppo, nei quali si registrerà un'epidemia, senza virus, di malattie legate al fumo nella maggioranza della popolazione, giovane e adulta, considerando che il 60% di essa fuma.
Controllare la diffusione epidemica del tabacco tra le donne è una parte importante di una strategia globale di controllo del tabacco. Questa giornata vuole essere un importante momento di riflessione circa l'impatto nocivo del fumo sulla salute, che è la prima causa di morte e malattie nella nostra società."
Sono da sempre allergica al fumo e per anni, sul posto di lavoro, ho sofferto degli effetti nocivi delle sigarette fumate dai colleghi e colleghe. Con la legge antifumo finalmente noi allergici abbiamo ripreso a vivere bene
Ma ogni giorno, soprattutto al mattino, quando incontro le giovanissime mie ex alunne che vanno a scuola con una sigaretta in mano, mi chiedo perchè nelle loro famiglie non impediscono loro di fumare . Si rovinano la salute solo per sembrare grandi e quel loro vizio tanto di moda le accompagnerà a lungo nel corso della loro vita e non sempre senza conseguenze
Sarebbe veramente importante che si  proibisse ai tabaccai  di vendere ai minori, maschi o femmine che siano, le sigarette perchè sicuramente sono una importante fonte di guadagno e di lucro ma anche un grave danno per tanti ragazzi e ragazze che non sanno dire no al fumo!

4 commenti:

Artemisia ha detto...

Non ho mai fumato, anzi mai neppure provato. I miei genitori, mia sorella, mio marito non hanno mai fumato. Per fortuna i miei figli per adesso non sono interessanti. Il grande (17 anni) mi racconta di essere uno dei pochi nella sua squadra di calcio a non fumare. Spero che abbia contato l'esempio perchè, credimi Erica, ad una certa età non serve proibire perchè lo farebbero di nascosto.

PS vedo che hai cambiato look e avatar!

marina ha detto...

sono passata principalmente per ringraziarti dei tuoi auguri
come non condividere la preoccupazione per il rapporto donne-fumo?
marina

pensierierica ha detto...

cara Arte ho cambiato look ed avatar quando sono stata obbligata a cambiare la url del blog, purtroppo!
è un bene che anche voi non fumiate e spero che i tuoi ragazzi non si lascino mai tentare e soprattutto non lo facciano di nascosto...
un caro saluto erica

ericablogger ha detto...

cara Marina spero che ora tutto vada meglio soprattutto la salute di tuo marito
un abbraccio anche a te erica