giovedì 24 gennaio 2008

Libertà in Senato

Libertà al Senato, dove dopo una lunga giornata, il governo Prodi non ha avuto la fiducia.
Insulti e sputi di Barbato, Udeur, al collega Nuccio Cusumano che vota sì: «Pezzo di m...».
Il senatore aggredito ha un malore e sviene.
«Io scelgo in solitudine, - aveva detto Cusumano- scelgo con la mia libertà e la mia coerenza, senza prigionie politiche ma con la prigionia delle mie idee, della mia probità, scelgo per il Paese, scelgo per la fiducia a Romano Prodi e al suo governo».
Povera Italia

10 commenti:

BC. Bruno Carioli ha detto...

Così chi l'ha aggredito si è guadagnato un posto nelle liste del cavaliere.

Franca ha detto...

Uno spettacolo indecente!
E pensare che questi sono quelli che hanno fatto le passerelle in Vaticano!

marina ha detto...

lo schifo si aggiunge allo schifo
che brutta gente!
ciao marina

giulia ha detto...

Se questi sono quelli che ci governano... Non so più cosa pensare, Giulia

Lorenzo ha detto...

Io esprimo solidarietà al senatore Cusumano, che mi sembra l'unico che ieri in Parlamento abbia detto qualcosa di minimamente sensato. Non ha avuto paura di esprimere liberamente la sua idea e si è opposto al voto del suo partito.
Naturalmente l'azione di Barbato non è assolutamente commentabile. Mi è sembrato di stare a scuola... alle medie.
Ciao, Lorenzo
P.S. Ma sei un insegnante! Questo vuol dire che devo odiarti con tutto il mio cuore, lo sai? Cosa insegni? Non dire matematica o latino, ti prego...

tommi ha detto...

mi vergogno di essere italiano.
tommi - www.bloginternazionale.com

ericablogger ha detto...

caro lorenzo io sono un'insegnante di ...lingue straniere
a scuola noi non permettiamo quello che è successo in senato: una indegna gazzarra !!!

Lorenzo ha detto...

Lingue straniere? Insegni in un liceo? Io faccio il linguistico: "studio" inglese e francese. Magari la mano di un'insegnante potrebbe farmi comodo!

Massimo ha detto...

E sul fatto che abbiano usato la parola frocio per offendere? E perche' nessuno si scandalizza? Se io fossi Gay sarei andato fuori dal Parlamento ed avrei spaccato la testa a qualche coglione, di certo.
Ma ho notato che ne Corriere o Repubblica si sono scandalizzati..che pena.
Povera Italia?
No, e' quello che si merita e che meritano i cittadini.

Max

ericablogger ha detto...

sul fatto che abbiano usato quei termini, MASSIMO, beh, visto il loro livello culturale, quelli erano ..complimenti
purtroppo nessuno si scandalizza più di niente e questo sì che è un gravissimo problema
beato te che vivi all'estero
ciao erica