giovedì 3 gennaio 2008

Le cince




Con la neve ed il gelo le cince e gli altri uccellini, fringuelli verdoni merli e passeri, sono venuti a mangiare le briciole di pane e le noci del giardino spezzettate sul balcone e nella mangiatoia
Io sono riuscita a riprendere con la mia nuova digitale Lumix una piccola cincia affamata ; un piccolo esserino delizioso con le penne dai colori bellissimi
Chi le ha create era senz'altro un grande artista dall'animo delicato...

7 commenti:

giulia ha detto...

Carinissimo, Giulia.
Anch'io adesso ho una digitale e non vedo l'ora di usarla.

Franca ha detto...

Vedo che la nuova digitale ti da delle soddisfazioni!

duccio ha detto...

Che neraviglia!!! Quella in foto è una Cinciallegra, ma spesso si vedo assieme a Cince Bige, Cinciarelle e Codibugnoli. Con il freddo gonfiano le piume per formare un cuscinetto di aria calda. Lo sai che sono ghiotte di latte? Io nel mio balcone lascio il mangime dei canarini, ho un piccolo stormo di passeri che passano tutte le mattine. Ma nei negozzi specializzati e nei supermercati si trovano tanti prodotti per uccelli. Fra poco, in primavera, invece avranno bisogno di proteine animali, allora possiamo lascirgli, se non vi fa schifo, le larve che si comprano come esche per la pesca. Se poi lasciamo una vaschetta bassa con acqua fresca diventiamo dei piccoli Re Salomone (che con il suo anello parlava agli animali) o San Francesco. INVIDIO LA TUA NEVE ERICA !!! ps COME è VENUTA LA FOTO DELLA FONTANELLA DELL'ACQUA ANGELICA?
;-) DUCCIO

Artemisia ha detto...

Vedo che ti stai giustamente scatenando con la nuova macchina.
Brava!

ericablogger ha detto...

grazie Duccio per le tue spiegazioni... scientifiche
Qui da me è pieno di uccelli di tutti i tipi, comprese le tortore dal collare e le gazze e le cornacchie grigie , enormi
in primavera i miei pennuti trovano i vermi da soli, nell'orto o in giardino x fortuna !!!
e l'acqua c'è sempre tutto l'anno
è sempre bello averli vicino e poterli osservare in tranquillità
peccato che le mie bestiacce nere ogni tanto vanno a caccia e mi prendono gli uccellini, soprattutto i pettirossi

Duccio ha detto...

Poveri pettirossi, sono fra gli uccelli che più finiscono nelle reti dei cacciatori di frodo, sai perchè? Perche sono romantici e ingenui. I maschi arrivano nei luoghi di riproduzione prima delle femmine per conquistare il territorio dove nidificare, cominciano a fare il nido così quando arrivano le femmine se lo trovano già pronto, le corteggiano, si sposano, finiscono il nido assieme, un po' come noi che teniamo in braccio la sposa per entare in casa il giorno delle nozze e fanno putipu, come diceva mia nonna. I maschi, prima che arrivino le femmine, attaccano qualsiasi cosa assomigli al petto rosso di un loro concorrente. I cacciatori lo sanno e mettono un batuffolo di lana rossa nelle reti... I gatti invece li acchiappano perchè volano bassi e zompettano tra i cespugli vicino al suolo. Un cosa curiosa per le cornacchie: sono monogame, quando si sposano rimangono assieme finchè morte non le separi. A volte quando un compagno rimane solo, in età riproduttiva, se era sposato da molto non si sposa più. Invece le tortore, come le colombe, sono uccelli maschilisti. I maschi durante il corteggiamento tengono ferma la femmina e gli spenna spesso a sangue la nuca. Tra gli uccelli più intelligenti, invece, pensa un po' c'è proprio la gallina. Noi umani siamo proprio strani a considerare "l'altro", non è vero? Ti do una notiziola. Un gruppo di 5 aborigeni, quelli proprio con l'anello al naso tutti dipinti, delle isole Vanatu nel pacifico, sono a Londra per girare un documentario su come vivono i civilizzati da far poi vedere agli isolani. E' un progetto scientifico con risvolti divertenti. Documentano le resse per la spesa, il consumismo, la velocità e l'inutilità di tante azioni quotidiane, viste con senso antropologico ma da un altro punto di vista... se trovo la fonte dell'informazione ci faccio un post. ;-) duccio

ericablogger ha detto...

ma bravo Duccio!!!
quante cose interessanti conosci sugli uccelli
io sono stata iscritta x tanti anni alla Lipu e da sempre vivo in mezzo alla natura ed agli animali, galli e galline comprese, che mia nonna aveva sempre allevato!!!!