mercoledì 29 ottobre 2008

Domani sciopero!

Stamattina mentre arrivavo a scuola verso le 10 e 30, perchè al mercoledì inizio tardi ma resto a scuola fino alle 16 e 30, in Senato passava la legge Gelmini, tagli di scuole tagli di orari tagli di insegnanti ....
Oggi pomeriggio al ritorno a casa ho visto le immagini di Roma, dove sono avvenuti scontri tra giovani di destra, che hanno attaccato, e di sinistra ed ho provato un enorme disgusto per il ritorno dei picchiatori !!!
Domani io farò sciopero ma spero che a Roma durante la manifestazione dei sindacati non si ripetano le scene di oggi e che la polizia intervenga subito, in caso di provocazioni ed aggressioni ...
" Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, durante l’assemblea candidati Slc-Cgil, ha commentato gli scontri di piazza Navona tra gruppi studenteschi di destra e di sinistra sottolineando che «non bisogna rispondere alle provocazioni» e che i giovani della Cgil non sono stati difesi dalla polizia fino a quando non sono entrati in campo ragazzi dei centri sociali.
«Un gruppo di fascisti», ha continuato Epifani, «ha picchiato i nostri del tutto inermi. Poi sono intervenuti, non graditi, i centri sociali e lo scontro è diventato tra centri sociali e fascisti. A quel punto è intervenuta la polizia. Ma fino a quando a essere picchiati erano i nostri giovani c’è stata la sostanziale indifferenza delle forze dell’ordine». Per il leader sindacale, questo è «lo schema che abbiamo di fronte e c’è la minaccia che sia replicato anche domani» allo sciopero generale della scuola. Per Epifani, bisogna «stare un pò attenti, ed è necessario dire che il livello dello scontro sta diventando molto pesante». «Non dobbiamo rispondere alle provocazioni», ha concluso. "

2 commenti:

marbe ha detto...

Ciao Erica, innanzitutto grazie per avermi detto che gli occhi sono a posto, grazie anche per il tuo commento.
L'ennesima legge, secondo me unilaterale in tutti i sensi, è stata approvata.. sapessi che rabbia vedere che siamo impotenti davanti a questo stato di cose, capire che sta succedendo qualcosa che può solo portare dolore.
Temo la manifestazione di domani, così come temo le manifestazioni come quella di oggi.. troppi figuri che nulla hanno a che fare con il motivo della protesta.
Troppi i rischi di strumentalizzazione, mi auguro che le persone che parteciperanno da domani in poi alle manifestazioni abbiano l'accortezza di non coprirsi il viso così che chi si nasconderà sarà identificabile, perché sarà colui che ha altri scopi ed altre mire.
Sperando con tutto il cuore che non ci si debba ritrovare a piangere un'altra Genova.
un abbraccio, ernesta

marina ha detto...

io mi sento molto inquieta, ho paura di un passato che torni...
marina