lunedì 7 luglio 2008

Le vittime dei cani pericolosi

Stasera sono andata a fare un giro online su La Stampa ed ho trovato un interessante articolo su La zampa.it dove si parla del dibattito in corso interno al Governo sulle razze di cani pericolose e sul fatto che non si ricordano mai le vittime degli animali
Decisamente interessante la proposta del senatore Andrea Fluttero (Pdl) per creare un punto di incontro «di persone aggredite da cani pericolosi e dei loro familiari che metta in rete le esperienze di persone vittime di comportamenti aggressivi e che possa far conoscere e sensibilizzare l’opinione pubblica sul loro dramma»
Questo intervento è nato dopo il dibattito emerso nei giorni scorsi sull’esigenza di normare la presenza di razze canine pericolose. Un dibattito, come ha affermato sempre il senatore Fluttero «dove purtroppo è mancata la voce di chi direttamente o indirettamente è stato vittima di aggressioni da parte di un cane».
«L’opinione pubblica, subito dopo la lettura dei giornali, tende a dimenticare i casi di mutilazioni o ferite permanenti a causa dei morsi di cani e spesso nell’affrontare questo tema preferisce avere una posizione emotiva, legata soprattutto alla generalizzazione del comprensibile affetto verso il proprio cane».
Fluttero ha aperto il dibattito proponendo un disegno di legge che prevede il divieto di allevamento, produzione, importazione, vendita e acquisto di razze canine considerate come pericolose e anche l’obbligo per chi possiede già queste razze di sterilizzare l’animale e chiedere autorizzazione per la sua detenzione alla questura.

Di opinione completamente opposta rispetto al ddl il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini che, in merito all’ordinanza sui cani pericolosi in scadenza a gennaio 2009, ha detto che «nessuna lista di cani pericolosi sarà più attiva nel nostro Paese», puntando sull’educazione e la formazione.
D’accordo con questa impostazione è anche la senatrice Donatella Poretti (Pd) che invierà al sottosegretario e al gruppo di lavoro ministeriale domani 8 luglio la risoluzione approvata la scorsa legislatura, che metteva al centro la responsabilità del proprietario.

Le razze di cani pericolose, per le quali sono previste particolari norme di sicurezza, sono attualmente 17 : pitbull, pitbull mastiff, pitbull terrier, american bulldog, cane da pastore di Charplanina, cane da pastore dell’Anatolia, cane da pastore dell’Asia centrale, cane da pastore del Caucaso, cane da Serra da Estreilla, dogo argentino, fila brazileiro, perro da canapo majoero, perro da presa canario, perro da presa Mallorquin, rafeiro do alentejo, rottweiler, tosa inu.
Io sono nata con un cane in casa e per tanti anni ho avuto dei cani non agressivi e non pericolosi.
Purtroppo in questi ultimi anni parecchi vicini di casa hanno tenuto, e tengono, cani di razze pericolose ed io o i mei genitori abbiamo subito aggressioni, perchè i cani erano stati lasciati in giro per strada
Non siamo mai stati morsicati, ma uno dei miei cani sì, e ci siamo presi degli spaventi notevoli e traumatizzanti, comunque
I proprietari di questi animali sono stati dei veri irresponsabili e non si sono neppure resi conto della pericolosità dei loro animali e dei loro comportamenti incivili
Io non credo che, x chi ha un animale pericoloso, basti l'educazione; ci vogliono leggi precise e serie, e severe, che vengano applicate ed obblighino i proprietari di cani feroci, spesso mal tenuti e resi cattivi, a schedarli e a pagare multe salatissime quando non rispettano le regole stabilite
Solo così si eviteranno incidenti e guai e tante vittime rovinate dai morsi dei cani !!!

6 commenti:

marbe ha detto...

Ciao Erica, non so se le razze di cani elencate siano realmente feroci e pericolose, o se come temo lo siano innanzitutto per l'irresponsabilità di proprietari ed allevatori.
Concordo quindi con te sul fatto che servano leggi severe a riguardo, ma soprattutto vorrei che tali leggi anche già esistenti fossero rispettate e fatte rispettare!
Un abbraccio, ernesta

marina ha detto...

leggevo di un esperimento per "decondizionare" un pittbull dalla aggressività e dalla violenza. Sembra che sia possibile. Ma per decondizionare quegli incivili dei padroni?
marina

ANdrea ha detto...

Ciao Erica, a mio avviso l'esistenza della lista è inutile.
sia perchè non poche delle razze elencate non esistono (e questo è indice della conoscenza e competenza di chei ha stilato la lista purtroppo :\ ) sia perchè non si può afferamzre che determinate razze siano in "toto" pericolose.
ci sono sicuramente razze che hanno caratteristiche caratteriali e fisiche più "importanti e impegnative" ma se cresciute nel modo corretto (ovvero quello normalissimo, dandogli amore e disciplina) sono dei cani normalissimi che hanno bisono di qualche attenzione e responsabilità in più a volte.
ma queste le deve avere il proprietario!!
io sono dell'idea che si dovrebbe istituire un "corso/patentino" per tutti i proprietari di cani, proprio ieri ero al campo di addestramento e i più grossi problemi di educazione/ubbidienza, li ho visti proprio con cani generalemnte ritenuti "buoni", Retriver e cani Toy (i piccoli cagnolini da compagnia) e perlopiù il problema era del proprietario.

bisogna resposnsabilizzare ed educare le persone.
ciao
ANdrea

Cristiano ha detto...

ciao, io ho un rot, e ti assicuro che non è assolutamente aggressivo, anzi ci giocano tutti anche i bambini piccoli. il problema è la disinformazione e l'ignoranza che a quanto pere in giro abbondi.... il pit non è una razza, ma un incrocio e è stato selezionato e incrociato moltissime volte per farlo diventare così. i rott sono una razza perchè esiste da più di 2400 anni. ultimo punto, la croce rossa e la protezione civile della città di legna hanno come cani da supporto rott. negli usa li usano anche come pet terapy..... in problema non è il cane ma il padrone . saluti

Anonimo ha detto...

io ho un pittbull è 1 bestia.mi ha tolto 2 dita

Anonimo ha detto...

I cani pericolosi andrebbero tolti dalla circolazione, anche se non sempre mordono, spesso i padroni non usano nè museruola nè guinzaglio, e molte donne tremano dalla paura, solo a vederli.
Si fanno Circolare e leggini, senza indicare sanzioni severe e non vengono imposto ai Vigili l'applicazione delle stesse.
Che dire... è solo una presa in giro. Nessuno fa niente per tutelare i ragazzi e le donne in particolare.