sabato 8 dicembre 2007

Se io fossi il vento...

" Se io fossi il vento, vorrei spazzare via tutta la cattiveria che c'è in questo mondo, che è come una piaga nel cuore dell'uomo, l'ignoranza, l'invidia, la gelosia, la sofferenza e la povertà. Spazzerei via tutto ciò che è negativo, comprese le persone false oppure quelle che invece di aiutare il prossimo che ha bisogno di loro scappano via nascondendosi dietro ai " non lo so " o a frasi come " non posso" . Se io fossi il vento sparirei in un batter d'occhio in paesi lontani, lontana da persone che mi hanno in continuazione offeso umiliata cercando di essere forti e belli, ma che in realtà appaiono solo come bulli. Sarei felice xchè io vedo loro ma loro non vedono me, vedono solo ciò che faccio, voglio essere il vento perchè posso essere trasparente e nello stesso tempo visibile x le cose che faccio, essere forte, cosa che in realtà non sono in questo momento. Vorrei essere il vento poichè così posso vivere x sempre e scappare dalla morte che purtroppo è irremovibile dall'uomo, perchè ogni cosa prima o poi morirà, a partire dalle cose più piccole per finire poi a quelle più grandi. La vita è come uno specchio, se io sorrido anche lei mi sorriderà. Spero che sia vero . "
Nella primavera 2006 una delle mie alunne di terza media, una ragazza albanese di 14 anni, dolce colta sensibile ed intelligente, mi ha scritto questi pensieri in un compito in francese
Bellissimi pensieri. Parole profonde ed importanti, le parole di una ragazza che aveva subito l'ignoranza ed il razzismo di alcuni compagni di classe che non si erano neppure resi conto del male e dell'angoscia e del dolore che avevano provocato
Ma anche gli alunni dell'altra mia terza di allora avevano svolto lo stesso lavoro ed alcuni ragazzi e ragazze scrissero così :
"Se io fossi al potere, innanzitutto vorrei come lei prof che tutti gli uomini e le donne fossero felici;perchè noi siamo fatti x essere felici ! aiuterei di più le persone con problemi, malattie o quelle povere, xchè se sono + sfortunate di noi, è un motivo in + x aiutarle e rispettarle. Punirei le persone che uccidono o maltrattano altre, vorrei la pace in tutto il mondo, xchè dove c'è la pace ci sono + possibilità che emerga la felicità: 1 diritto di tutti insieme alla libertà, possibilità di parola, pensiero, diritto Vorrei un mondo migliore e con maggiore rispetto."
"" Se io fossi al potere darei alle donne tutti i diritti che sono concessi agli uomini. Il problema è, come? Vorrei che tutti i popoli vivessero nella pace e in armonia tra loro. Sono d'accordo con Cavour:" Libera chiesa e libero stato", ma ci saranno sempre lotte, se non in politica in religione, fino a quando la gente non metterà da parte i pregiudizi razzisti...."
"Se io fossi al potere probabilmente farei salire agli incarichi più importanti tutte le donne, in modo che noi possiamo avere la rivincita contro gli uomini che ci spetta. Poi creerei un mondo di pace, punendo quelli contro il mio governo facendoli ingozzare a più non posso di cioccolato e di dolci. Punirei inoltre tutte le persone razziste, o almeno prima di farlo cercherei di fargli cambiare idea. Farei fare delle strutture speciali per le persone diversamente abili e assumerei delle persone che le possano aiutare a non sentirsi isolate. Naturalmente diminuirei il tasso di inquinamento nel mondo, proteggerei la natura e cercherei in ogni modo di evitare che il buco dell'ozono si allarghi, evitando così moltissimi altri disastri naturali. Punirei molto seriamente(non so ancora come) tutte le persone che abbandonano gli animali, magari mettendoli nelle loro condizioni. Cercherei inoltre di convincere i preti, il papa, che anche le donne possono fare i preti, e non solo gli uomini, dato che Dio ha creato sia l'uomo, che la donna - uguali - a sua immagine e somiglianza, senza distinzione tra i sessi. Abolirei inoltre la parola "razze" e in questo modo anche tutte le discriminazioni attuate dagli uomini. Farei inoltre molte e molte altre cose che in questo momento non mi vengono in mente"
"Oggi il leader leghista Bossi, durante la manifestazione del Carroccio a sostegno dei sindaci che hanno firmato ordinanze contro gli immigrati irregolari, ha tenuto un discorso davanti alla Prefettura di Bergamo:
«Abbiamo il dovere morale di liberare il nostro popolo da questa Italia schiavista. Il potere colonialista imbecille non capisce che il popolo aspetta solo il momento per attaccare, e quel momento verrà». Alla manifestazione hanno partecipano circa 250 persone, tra le quali gli esponenti del Carroccio Roberto Calderoli, Roberto Castelli e Mario Borghezio, oltre ai 43 sindaci leghisti bergamaschi che ieri Bossi ha definito «eroi».
Il tutto davanti alla Prefettura, dopo che il prefetto di Bergamo Camillo Andreana ha scritto una lettera di richiamo al sindaco di Caravaggio, Giuseppe Prevedini, autore della circolare che nega l’autorizzazione alle nozze per gli immigrati irregolari, circolare che è stata sottoscritta da tutti i sindaci 'padani' della provincia. Umberto Bossi ha chiamato «moralmente alla lotta» il «popolo della Padania». Ed ha aggiunto: «Prepariamoci moralmente per la lotta, anche se si rischierà di lasciarci la vita». "
Lavoro da anni con ragazzi e ragazze stranieri provenienti da ogni parte del mondo e non ho mai fatto distinzioni tra loro e gli altri alunni italiani. Non ho mai permesso che fossero considerati diversi e quando qualche compagno italiano si è permesso di prenderli in giro, in modo pesante e provocatorio, sono intervenuta subito a bloccarli e ad impedire il ripetersi di simili episodi incivili
Non so cosa stia succedendo in Italia ma sinceramente provo vergogna e disgusto, il più profondo disgusto, a leggere le parole di un politico del centro destra che incita alla rivolta e alla lotta contro lo Stato e le sue leggi democratiche e libertarie in nome di un razzismo aberrante ed inconcepibile
Oggi 8 dicembre giorno dell'Immacolata Concezione il mio cuore è triste e profondamente addolorato per la morte dei quattro operai di Torino, l'ultimo di 26 anni se ne è andato ieri sera proprio mentre scrivevo il post sulla strage, ma questi farneticanti discorsi di odio e di incitamento alla ribellione ed al disordine hanno toccato le corde della mia rabbia e del mio senso civico e sociale
Io spero che il buon senso prevalga e che l'intelligenza di Noi Italiani riesca a vincere e ad allontanare lo spretto del razzismo e dell'odio più beceri

13 commenti:

Fabio (Metamorphosis) ha detto...

C'è tanta amarezza nel nostro animo per queste vicende, dinnanzi alle quali, è opportuno mobilitarci diffondendo nei giovani il senso della solidarietà e della giustizia sociale. Un abbraccio, Fabio

francesca01 ha detto...

ciao erika, bellissimo post.
Anch'io ho dato il mio piccolissimo contributo:)

giulia ha detto...

Stupendo Erica, davvero stupendo... E se lo mettessimo sul blog della scuola? Cosa ne dici? Fammi sapere qualcosa- Un abbraccio e non ti dimentico...+ solo un brutto periodo. Giulia

Anonimo ha detto...

E' verissimo.ciao silvia

Franca ha detto...

Pare che siamo stati in tanti ad accogliere l'invito di Duccio.
In tanti abbiamo un sogno che deve concretizzarsi, una speranza che un altro mondo è possibile.
Un mondo in cui alla fine ci considereremo per quello che siamo: non più italiani, americani, africani, rumeni, ma soltanto uomini.
Accomunati dalla stessa aspirazione : il raggiungimento della felicità, nel senso filosofico del termine

Doxaliber ha detto...

Mandiamo al governo i bambini! :-)

Salvatore

Artemisia ha detto...

Hai fatto bene a "far parlare" i ragazzi. Alla fine sono loro che danno lezione agli adulti. Ciò fa sperare bene per il futuro.
Ciao,

BC. Bruno Carioli ha detto...

Nel tuo post spira il vento della giustizia e della libertà.

Fabioletterario ha detto...

Un bellissimo Angiolieri moderno! :-)

ericablogger ha detto...

grazie x i vostri commenti
ho avuto pochissimo tempo , ieri e oggi, e non sono passata quindi in tutti i vostri blog x ringraziare
un saluto erica

Fabio (Metamorphosis) ha detto...

Sono riuscito a inserire il link di Blogreporter Sardegna nel testo del post. Grazie per il suggerimento e, a presto, Fabio.

tommi ha detto...

conoscendo la tua sensibilità in generale e riguardo al tema dell'ambiente, volevo invitarti a leggere il mio ultimo post e sostenerlo!
tommi.
http://tommids.blogspot.com

D'IO ha detto...

Sarei d'accordo con Salvatore ma...chissà com'erano i temi di bossi e compagnia pessima, compresi i loro sostenitori, quando avevano 14 anni...e ne han fatta di strada :(...mi piacerebbe leggerli...buon Natale Erica.
francesc0