domenica 24 giugno 2007

Verità

Il giornale Namir ( vedi sito http://www.namir.it/) ha sempre sostenuto che a Genova al G8 2001 non era stato Placanica a uccidere Carlo Giuliani. Ora che qualcuno sta cominciando a dire la verità sui pestaggi della scuola Diaz, ora che DE GENNARO, che era il capo della Polizia, e' indagato per istigazione a mentire, ma di menzogne sui fatti di Genova ce ne sono ancora troppe e la regia non e' ancora venuta fuori definitivamente, e le colpe non dovrebbero ricadere solo su di lui ma ancora piu' in alto, il giornale Namir pubblica un' intervista della mamma di CARLO, HAIDI GIULIANI, in cui vi è' un fotogramma schiarito dalla redazione del giornale nel quale si intuisce che a sparare non e' stato PLACANICA ...
lo si può vedere direttamente in google a questo indirizzo web - "basta cliccarci sopra quando siete collegati in internet prima che google lo censuri " (redaz. namir)-:
http://video.google.it/videoplay?docid=-8567921169657869274
Questo video, che, a differenza della redazione namir, io spero vivamente google non censuri mai, è decisamente importante a livello storico. Quel giorno, quando fu ucciso quel giovane uomo, con i successivi inauditi pestaggi violenti della polizia, è stato un vero attacco ed una morte della Democrazia.
Si è cercato di mettere tutto sotto silenzio, si è cercato di nascondere la verità di quei fatti orribili, si è cercato di impedire di scoprire chi ha ordinato i massacri, chi ha sparato effettivamente, chi ha voluto tutto questo.
Da 6 anni c'è chi chiede una Commissione di Inchiesta x sapere la Verità in merito a tutte quelle violenze, che faccia luce sugli effettivi mandanti ed autori dei pestaggi, ma ancora oggi, dopo le confessioni al processo in corso da parte del funzionario dello Stato che è stato testimone alla Diaz, lo Stato, il Parlamento non hanno ancora fatto nulla
La Destra all'opposizione difende un golpe di stampo sudamericano, ma la Sinistra che al governo tentenna. Perchè ???
Il giornale Namir lancia anche un appello importante: " ED ORA BISOGNA CHE VENGONO FUORI TUTTI QUEI FOTOGRAFI CHE DIETRO IL DEFENDER SCATTAVANO RULLINI INTERI MENTRE CARLO MORIVA...TIRATE FUORI QUELLE STRAMALEDETTE IMMAGINI non sono solo per piazza alimonda e genova G8 VOLETE CAPIRLO O NO CHE SONO PER LA VERITA' DI UNA ITALIA CHE STAVA ANDANDO SUL BARATRO ? CIOE' IN PIENO REGIME."
La storia ci ha insegnato troppo spesso che la verità non è mai riuscita a spiegare episodi sconvolgenti e violenti, da Piazza Fontana all'aereo abbattutto di Ustica alla stazione di Bologna con una strage efferrata e tante vittime innocenti, e che, nonostante gli innumerevoli processi, i colpevoli sono sempre rimasti impuniti e liberi.
Le vittime non hanno mai avuto giustizia e noi cittadini di uno stato democratico e libero non abbiamo mai avuto una verità limpida e chiara.
Solo effimere parole e tanti segreti di Stato
Noi che abbiamo votato la Sinistra x avere giustizia e verità e la democrazia, ci stiamo ritrovando una volta ancora, e come sempre, con nulla in mano
Non so se bisogna indignarsi ancora di più x questo stato di mmobilismo costante, qualunque sia il governo, o se la nostra frustrazione debba diventare rabbia ...
Cosa possiamo fare noi cittadini x avere la Verità e la Giustizia ???????????

26 commenti:

giulia ha detto...

Mi piacerebbe poter risponere alla tua domanda, ma nonlo so e da tempo mi chiedo cosa si possa fare, ma ci si sente sempre più soli ad affrontare realtà più grandi di noi. La vicenda di Carlo è una vicendaa cui non ho mai smesso di pensare, perchè hanno trasformato quel ragazzo in un terrorista accanito e gli hanno negato non solo la giustizia, ma anche quella pietas che sempre dovremmo sentire di fronte ad un ragazzo che muore. Cancellato. Ammiro i genitori, ho per loro un profondo rispetto e forse è a loro che dovremmo chiedere cosa fare. Ciao Erica, sempre un caro abbraccio Giulia

BLOG NEWS ha detto...

Ciao ho guardato il video e devo dire che le immagini non solo molto chiare però si capisce benissimo che a sparare è stato il terzo uomo.
Non sono d'accordo però quando il commentatore dice ,Carlo alza l'eatintore per pararsi dal colpo di pistola,no l'stintore era destinato ad essere lanciato dentro la macchina,questo secondo me.Tutti da fuori diciamo la nostra ma ,sempre secondo me,è difficile sapere come comportarsi in queste situazioni:
questi 3 carabinieri si sono trovati circondati e rischiavano grosso quindi in quei momenti non sai come reagire.Trovo una cosa vergognosa il fatto che siano passati sul corpo di Carlo .
La verità è semplice da trovare basta avere la palottola che a ucciso Carlo così sapremo da quale arma veniva,perchè anche se si hanno 2 pistole uguali ora possiamo sapere con certezza chi ha sparato

Artemisia ha detto...

E' veramente inquietante che non si riesca a far luce su questi misteri come sugli altri che hai citato. In effetti ho paura che chi vuole nascondere la verità faccia leva proprio sull'indifferenza dei più. Bisognerebbe davvero fare qualcosa.
Un altro caso altrettanto inquietante è la morte di Federico Aldovrandi...

ernesta ha detto...

Non ho voluto guardare il video perchè mi provochereebe solo ulteriore rabbia, rabbia ed impotenza per una democrazia che ormai lo è solo di nome.
In una vera democrazia i fatti che hai elencato, e che molti di noi penso abbiano vissuto, queste cose non dovrebbero accadere.
Non è più questione di destra o di sinistra ma di persone che finalmente capiscano, al di là del colore delle bandiere di appartenenza, che i troppi misteri portano solo e sempre di più all'esasperazione da ambo le parti.
La paura che c'era all'interno di quella camionetta era sicuramente pari a quella di molti dei manifestanti che attaccavano nella paura di essere attaccati.
C'è una domanda che sempre mi faccio: perché i volti coperti ad una manifestazione...chi c'è sotto quei fazzoletti e passamontagna??
Se in mezzo ad una folla esasperata ma bonaria inizio ad urlare :dagli al ladro ci sarà sicuramente qualcuno che reagirà con violenza trascinando altri....

ericablogger ha detto...

me lo sono chiesta anch'io chi c'è effettivamente sotto a quei fazzoletti e chi erano i violenti di Genova che si nascondevano i visi
hai perfettamente ragione ernesta che quando si urla in mezzo alla folla tutto può succedere e la paura crea il panico ed anche la violenza
io x abitudine evito il più possibile le folle ed i luoghi troppo frequentati xchè mi sembra di soffocare ma mi è capitato diverse volte con la scuola di andare al cinema e uscire con la calca dei ragazzi che spingono...
pensa se qualcuno gridasse al fuoco o altro, cosa potrebbe succedere
e nelle piazze superaffollate deve essere tremendo !!!

Doxaliber ha detto...

Questo video è incredibile!

periclitor ha detto...

Fantastico,si parla di un complotto(inesistente,il video non è assolutamente una prova scientificamente vale come il 2 di picche,inoltre le spiegazioni sono abbastanza assurde,la mano in quella posizione per uno che ha sparato almeno una volta nella sua vita è assurda per la posizione del carabiniere "con la barba") e nessuno parla di centinaia di delinquenti che assaltano varie camionette che con una "palanchetta" sfonda e tenta un linciaggio ai danni dei carabinieri e poi discutiamo se si sono difesi(naturalmente avrei preferito anche io che Giuliani fosse vivo,magari in carcere,ma vivo)

swampthing ha detto...

>il video non è assolutamente una prova scientificamente vale come il 2 di picche

non l'ho ancora visto, causa modem.
il video su google può essere ritoccato, come prova non vale, hai ragione.

il video, se è su nastro, si può sottoporlo a perizia e vedere se è autentico.

sul resto del commento stendiamo un velo pietoso.

matteo ha detto...

scandaloso come viene commentato il video...non si può dire che era a 4 metri e che solo una persona forzuta poteva lanciare l'estintore,sarà stato al massimo a due e comunque anche a 4 si può benissimo...mi chiedo se il commentatore ha mai preso in mano un estintore sopratutto di quella grandezza....io si e non è così pesante...
naturalmente la polizia è solo lei la cattiva,mentre la gente che già veniva con caschi e scudi,invece no perchè voleva manifestare in pace...o agnoletto che era il primo pacifista e il primo(visto in video chiarissimi) a cercare di rompere e sfondare le transenne della zona rossa..zona messa per sicurezza....e poi chiaramente,è successo un fatto gravissimo,la morte di un ragazzo e ci deve essere la verità,ma non veniamo a dire che un ragazzo in quel casino con un estintore in mano e il viso coperto fosse un bravo ragazzo,che non ha mai fatto male a nessuno o qualcosa di illegale,come è stato descritto...era lì per fare casino!!!la polizia ha sicuramente sbagliato in molte occasioni ma in molte ha fatto bene a caricare,forse la gente a forza di prendere mazzate le capisce le cose

essential rambles ha detto...

Continuo a sostenere sempre le stesse cose.
1) Io e tanti altri non abbiamo assaltato una Jeep dei carabinieri e non abbiamo rischiato di venir sparati.
2) I coniugi Giuliani che il giorno dopo hanno preso le distanza dalla vita scombinata del figlio hanno finito per inzuppare il biscotto nella loro tragedia familiare.
3) dire che Carlo Giuliani si stava DIFENDENDO con l'estintore e mala fede pura.

Anonimo ha detto...

Non amo la violenza, e provo disprezzo per gli agenti che caricano dei manifestanti inermi. Ma ciò che ho sentito nel video, le parole usate (IL POVERO CARLO),e le varie congetture, spero che siano solo uno scherzo, qualcosa prodotto e da rivendere come commedia italiana. Come si fa a definire un TEPPISTA (e Carlo Giuliani era un teppista) "povero Carlo"??? Come si fa ad affermare che stava raccogliendo l'estintore per proteggersi??? Caro Autore del video, spero che stavi scherzando!!! Nella tua mente bacata cosa dovevano fare gli agenti???Subire? Magari morire con un bel colpo di estintore in testa?Caro pazzo, gli agenti hanno fatto quello che TUTTI avremmo fatto in quella situazione.Si sono DIFESI!!! E' morto un teppista, ma se avesse manifestato pacificamente, ora sarebbe VIVO!!!

uno ha detto...

Così...in questo caso chi muore è un eroe mentre chi quotidianamente muore per una rapina o per un futile omicidio viene dimenticato e l'assassino deve essere aiutato e recuperato...pochi anni o addirittura pochi mesi ed è già fuori....Vergogna! Vi riempite la bocca della parola democrazia

Anonimo ha detto...

una cosa è certa, dopo la morte di giuliani i genitori hanno trovato un lavoro nuovo, e i partiti dell'estrema sx hanno danzato sopra una bara per portare a casa qualche voto in più.
Che indecenza

Anonimo ha detto...

fatemi capire: cosa sarebbe successo se in quel giorno il vostro eroe carlo giuliani lanciava l'estintore o se in quell'occasione i carabinieri perdevano la vita..?...il vostro carlo giuliani di sicuro non era ad un corteo per manifestare pacificamente visto che aveva un passamontagna....e ditemi un'altra cosa..a cosa giocava il vostro carlino in quell'occasisone con l'estintore in mano.....?
ma fatemi il piacere....

di sicuro non è un eroe ne tantomeno un martire perchè se l'è cercata!!!!!


Ps adesso ditemi? come reagite se uno col passamontanga..sta per lanciarvi un estintore?
ah il ..vostro carlo giuliani in quel giorno se aveva il passamontagna si sicuro non giocava a nascondino!

ma fatemi il piacere!

Anonimo ha detto...

che schifo la Signora Giuliani , la D'Antona e il resto del Partito del Lutto

Anonimo ha detto...

Se tanto chi ha sparato sa di averlo fatto per legittima difesa perchè non esce allo scoperto e si fa processare con un minimo di dignità?credo seriamente che il suo nascondersi dietro l'impunità dell'arma dei carabinieri sia molto più efficace ed estremamente più grave di nascondersi dietro un passamontagna..e sinceramente la cazzata che chi anifestava pacificamente non è stato in pericolo è pazzesca.Da qualunque immagine e video si nota una violenza mostruosa gratuita ed ingiustificata. Carlo Giulian non sarà certo stato un manifestante pacifico, ma morire per aver sollevato un estinore, oltretutto dopo che la pistola era già stata estratta mi sembra una cosa assolutamente disumana. Senza contare i colpi subiti da Carlo non ancora morto da parte dei carabinieri con una pietra per far apparire la sua morte come il frutto di una sassata...è questa la cosa più grave e non capisco come si faccia a non condannarla...idioti

luke ha detto...

Purtroppo questa è un'altra storia italiana....una storia che tanto non arriverà mai ad una rivelazione di verità...una storia che i ragazzi di 16 e 17 anni (l'età che avevo io all'epoca) non conosceranno mai bene.
Prima del g8 Berlusconi aveva profetizzato che ci sarebbe scappato il morto e guarda caso ci è scappato...ciò che più mi fa pensare però è:quando si parla di quel g8, l'unica cosa che tutti hanno in mente sono gli scontri per le strade, le cariche e il corpo di quel ragazzo in un lago di sangue..domanda:qualcuno di voi sa dirmi sinceramente di cosa hanno parlato quei capi di stato in quei due giorni?...la storia..o forse non lei ma qualcun'altro ha voluto che due soli mesi dopo l'America subisse il più assurdo ed evitabile (eufemismo per non dire falso) attacco terroristico di sempre e iniziasse un'era di guerre in medio oriente (che ancora oggi viviamo) che ha portato solamente grandi vantaggi per noi paesi occidentali in termini di petrolio.
Forse la mia teoria è troppo da complotto ma a pensar male a volte si indovina..speriamo che la storia sappia darci risposte

ericablogger ha detto...

ringrazio x i commenti inviati, anche x quelli con cui non sono x nulla d'accordo , naturalmente, ma visto che siamo in democrazia, è giusto lasciare la parola anche ad altre idee completamente diverse dalle mie ( anche se alcune idee sono alquanto discutibili)
molto interessanti però gli ultimi due
è vero che di quel maledetto G8 si è parlato e si parla sempre e solo delle violenze e di chi ne è stato protagonista nelle strade o alla Diaz, nel bene e nel male, ma mai nessuno ricorda più cosa si diserro i cosidetti Grandi della Terra intervenuti in quel summit
D'altronde chi ricorda mai cosa si dicono ai G8 quelli che comandano il mondo, visto che si trovano e poi continuano a fare ciò che vogliono , e di noi e del ben della Terra se ne fregano chiaramente !!!!!
erica

jackal ha detto...

Sono furioso in questo momento. Ammettiamo che sia stato un terzo carabiniere ad uccidere Giuliani... cosa cambierebbe? Cambierebbe che aveva un estintore in mano? Che era incappucciato? E che anche se ( se signori miei) non voleva tirarlo sembrava averne tutta l'aria di volerlo fare. Mettetevi nei panni del carabiniere ( si signori quel carabiniere che ha perso il posto e non trova più lavoro per colpa di un deficiente), in auto assaltata da più persone. Cosa fareste voi? Sentiamo signori sapientoni. Direste "aspettate parliamone" o pensereste a salvarvi. Se è stato Placanica ad uccidere è legittima difesa. Se è stato un altro è sempre o legittima difesa o per salvare un suo compagno.
Ed il caro padre, invece di andare a fare manifestazioni ed alla madre, oggi parlamentare col sangue del figlio, sarebbe meglio che andassero a casa a riflettere sugli errori come genitori, e smettere di non accettare il fatto che il loro ragazzo si è comportato come un criminale.
E' vero signori, la democrazia è morta... la demagogia l'ha uccisa.

PS: il fatto che gli sono andati sopra con la macchina non deve essere interpretato come un gesto di sfregio, quanto ad un segno del panico, rabbia ed istinto dei carabinieri.

Anonimo ha detto...

-GIULIANI ERA UN TEPPISTA, ALTRIMENTI SAREBBE ANDATO AL MARE (come dice sua madre) E NON AD ASSALIRE I CARABINIERI AL CORTEO
-I GENITORI, I POLITICI E LE ASSOCIAZIONI CI STANNO FACENDO SOLDI A PALATE CON FILM, LIBRI E COMIZI COME FOSSE UN MARTIRE ANZICHE' LO SCAPESTRATO CHE ERA
-E' VERGOGNOSO CHE IO DEBBA PAGARE CON LE MIE TASSE UNO STATO CHE PERMETTE TUTTO QUESTO E CHE PORTI SUA MADRE AL SENATO PER PARLARNE DA MORTO ANZICHE' AVERLO EDUCATO DA VIVO

Luca ha detto...

Ma basta con sta storia di Giuliani!!! Era un teppista (cazzo, c'è ne vuole a venire a dire che l'estintore lo voleva usare per difendersi!) i carabinieri erano in tre chiusi in una macchina accerchiati da 20 o 30 animali pronti a linciarli. Un colpo è partito per l'inesperienza di quel povero carabiniere di leva, che è la vera vittima di tutti i casini scoppiati quel giorno.
Ora venite a dire che erano pacifici i manifestanti, volete mettere il dubbio che fosse tutto pilotato da qualche "servizio deviato" tipico modo di affrontare la verità dei comunisti, quando fanno qualche casino i ragazzi dei centri sociali (che sono pacifisti visto che vanno in giro con le bandierine della pace) guarda caso ci sono dietro i servizi deviati.
Ma ve le ricordate le vetrine sfasciate? Le macchine andate a fuoco? I sassi lanciati quel giorno dai vari "ragazzi pacifisti dei centri sociali" i così detti Black Block?
Per Giuliani non ho mai versato una lacrima, per il carabiniere invece ho avuto compassione perchè per la sua inesperienza (e per la stupidità dei suoi superiori) ha pagato caro quell'errore.

Anonimo ha detto...

Luca hai ragione e basta! Mi spiace solo che chissà per quanto ancora dovrò vedere la madre di un teppista educato chissà in quale modo fare retorica e sparare un mondo di cazzate. Purtroppo i comunisti sono così, dobbiamo tenerci il cancro fino alla fine.

Anonimo ha detto...

Se vedo uno a volto coperto mentre compie atti violenti e vedo che lo ammazzano dico: hanno ucciso un bandito.
Se la sinistra regressista casinara fà di giuliani un martire e un simbolo povera lei,la compatisco.

Johnny

ericablogger ha detto...

meglio essere di sinistra che di destra, sicuramente e non avere sulla coscienza tutti quei giovani e non solo della Diaz!
farli massacrare da poliziotti è squallido, altro che le macellerie messicane e sud americane .....
e un processo ha stabilito chi sono i colpevoli, comunque

Anonimo ha detto...

Non import chi l'abbia ucciso, l'importante è che sia morto chi doveva morire.

m.m.

ericablogger ha detto...

la vita è sempre la cosa più importante e nessuno dovrebbe mai morire
mm non basta, avresti dovuto avere il coraggio di firmarti visto il commento che hai lasciato qui sopra
ericablogger