domenica 28 febbraio 2010

Rispetto per gli altri

" Riforma nonostante i pm talebani." Berlusconi
Ira dell'Anm: basta insulti

L'altro giorno il presidente del Consiglio Berlusconi, arrivato a Torino per lanciare la candidatura alle Regionali di Roberto Cota, ha di nuovo pesantemente offeso i magistrati
Se non fosse grave, e preoccupante, la sua frase sarebbe potuta essere benissimo una barzelletta, perchè ha salvato, dai cosidetti talebani, solo la moglie del candidato leghista perché «è un magistrato per bene e io spero che i magistrati per bene diventino sempre di più»
Ne è nato un vero parapiglia, con le difese dell' opposizione nei confronti della magistratura e le parole del Presidente della Repubblica, che ha richiesto a tutti quanti di avere " senso della responsabilità e della misura in un confronto civile e rispettoso", con il ritorno a "un linguaggio più sobrio e austero"
Tra un mese circa torneremo a votare
Il voto è un diritto
Ma è anche un dovere
Il dovere di noi tutti è quello di scegliere persone oneste corrette civili e rispettose che si preoccupino dei cittadini e del loro bene
Non di interessi personali e di corruzioni illegalità ricatti e minacce varie a chiunque impedisca loro di continuare questo squallido gioco vergognoso
Una riflessione è necessaria e tutti dovremmo pensare seriamente a chi voteremo , in qualunque lista essi siano !!!

11 commenti:

Artemisia ha detto...

Sono d'accordo anche se, purtroppo, il fatto di non poter esprimere la preferenze esautora molto lo strumento del voto. Se non sbaglio hanno tolto questa possibilita' anche nelle regionali, vero?

giulia ha detto...

E'ciò che ci resta, cara Erica. Sono d'accordo, molto d'accordo.

Arnicamontana ha detto...

sono d'accordo, però...noi possiamo pure pensare seriamente a chi dare il voto, l'esperienza di questi ultimi anni purtroppo dimostra che non sempre chi scegliamo è all'altezza della RESPONSABILITA' che il voto conferisce. E' sempre più difficile coltivare la fiducia in un terreno così inaridito

tommi ha detto...

Un dovere che però spesso ci è negato per l'assenza di persone valide che ci rappresentano. In quel caso il dovere può anche venir meno.

Fabio ha detto...

Parla di magistrati talebani ma...anche lui ha i suoi bravi pasdaran che circolano nei dibattiti televisivi. Un caro saluto e buon fine settimana, Fabio

Jacques Poissenot ha detto...

Hai ragione di dire che il voto è non solo un dritto ma anche un dovere ...
Le penserei con te, pero e purtroppo nelle nostre società dobbiamo riflettere sulla nozione del voto !
La democrazia vive dal voto alla condizione che gli eletti siano in misura di prendere in conto alcuni dritti essenziali di qualsiasi vita in società.
Lo vediamo in Francia : hai visto il numero degli abstenzionisti ? ma quando tre millioni di persone lavorano durissimo per meno dello SMIC (cioé 1100 euro al mese !) quando più di un millione di persone hanno un abitazione non solo precaria ma anche senza gli elementi elementari igenieci ? o quando più di due millioni di personi sono disoccupate, allors come vuoi che queste personne votino ? Se lo Stato e i responsabili politici non sono in grado di soddisfarli nei bisogni elementari, come vuoi che loro votino per queste persone ?
E in questo senso la democrazia ha fallito, e di fatti è diventata una democrazia borghese per chi ha i soldi per vivere ...
ma come diceva Marx, il lumpenproletariat ? chi se ne frega (come dite voi !)
Allora non chiedere a esseri umani di essere generosi se non siamo capaci di essere solo umani per loro !
Questa è la vera lezione che tiriamo in Francia dell'abstenzionismo enorme alle nostre elezioni regionali ... sperando chez sarà ascoltata ... ma ...
Ho letto che in Italia, e più specialmente in Veneto, la Lega potrebbe vincere le elezioni ...
e questa vittoria sarebbe il segno del fallimento totale della democrazia che non sarebbe riuscita a dimostrare che i "valori" nazionalisti per il loro aspetto ristrittivo sono il contrario del progresso.
Con i miei sentimenti amichevoli
Jacques Poissenot

ericablogger ha detto...

caro Jacques grazie per il tuo prezioso commento
purtroppo tutto ciò che scrivi è vero
anche qui in Italia la politica del governo favorisce i ricchi, e fa pagare le tasse a noi dipendenti statali!, anche se a parole fa tutto per i poveri
ci sono ormai troppe persone in cassa integrazione o senza un lavoro, tante altre sfiduciate per un branco di incapaci disonesti che rubano grazie ai loro privilegi politici o economici ecc ecc
io penso che quest'anno l'astensionismo sarà veramente elevato anche qui in italia
ma per me questo non è giusto perchè bisogna votare per eleggere persone nuove, anche se purtroppo con queste leggi attuali non vi è più la libera scelta , ma solo la scelta di liste prestampate ...
un caro saluto anche a te erica

Anonimo ha detto...

Quando si dimostrano azioni illegittime, incluso lo spaccio di droga, la violenza sui disabili o anziani, il rapimento, lo stupro e la pornografia minorile, il sacrificio dei bambini, si comprende benissimo che coloro che ne rimangono indifferenti sono persone che rifiutano di ammettere che c’è in atto un revival di neopaganesimo di proporzioni inimmaginabili e che i gruppi che praticano la violenza più o meno manifesta, lo fanno basandosi su una filosofia amorale e sul bisogno, a qualunque costo, di sentirsi dei dominatori.

Quando il soggetto passivo di qualsiasi violenza finisce nelle mani di costoro, ci sono tre modi per venirne fuori. Uno è denunziare l’accaduto e parlarne a tutti, l’altro è l’ospedale psichiatrico. L’ultima e definitiva alternativa sarebbe la morte. Agimurad
Occorre stare in campana.
Vedi:
http://carniaeombre.splinder.com/post/22573510#comment

Fabio ha detto...

Un caro saluto e...Buon 25 aprile, Fabio

francesca ha detto...

un caro saluto!

ericablogger ha detto...

un caro saluto anche a te erica